fbpx
Copyright @Studio Longano 2020

Se siete superstiziosi, certamente conoscerete la massima “Né di Giove né di Marte ci si sposa e si parte né si dà inizio all’arte” oppure saprete che è assolutamente impensabile sposarsi di venerdì 17.

Ma sapete che c’è molto di più? Usanze e tradizioni del giorno delle nozze traggono spesso origine da credenze su come eliminare la sfortuna e avere un matrimonio felice.

Ebbene, se rientrate tra quelli che piuttosto che passare sotto ad una scala, cambiano strada, o semplicemente siete del parere che “non si sa mai…”, questo è l’articolo che fa per voi.

Di seguito abbiamo raccolto un simpatico vademecum per organizzare un matrimonio a prova di sfiga!

Pronti a segnare tutto in lista?

LE DAMIGELLE

Per tradizione e protezione, al vostro matrimonio non potranno mancare le damigelle per il vostro matrimonio. Si tratta di una credenza che affonda le sue radici nell’antico Egitto: si pensava infatti che la sposa dovesse avere con sé nel giorno delle nozze una protezione dagli spiriti maligni.

Scegliete dunque con cura le vostre damigelle poiché, a prescindere da questa leggenda, sarà bello avere accanto durante il vostro grande giorno persone cui volete molto bene e soprattutto che infondano un’aura di positività!

LE FEDI

Sapete che indossare la fede prima del grande giorno porta male? Quindi, voi sposi superstiziosi, non indossatela mai prima del fatidico sì. Altra piccola curiosità: mai acquistare l’anello di fidanzamento insieme alle fedi! Ma su questo scommettiamo che siete già ferrati.

Copyright @ Studio Longano 2020

GIORNO E MESE PER SPOSARSI

Sapevate che il giorno più fortunato per sposarsi è il lunedì? Il lunedì è, infatti il giorno della luna che è proverbialmente  considerato il pianeta delle spose. I giorni meno indicati, invece, sono il sabato e la domenica.

Per quanto riguarda invece i mesi tra i quali optare, quelli migliori sono Novembre e Dicembre. Si dice siano mesi portatori di amore e gioia eterni. Potreste dunque scegliere un romantico e fortunato matrimonio invernale e così allontanare anche la sfiga!

CONFETTI

Scommettiamo che già sapete che la tradizione vuole che la quantità di confetti da inserire nella bomboniera sia in numero dispari, possibilmente un numero indivisibile come 5 o 7. Ma conoscete il perché?

Il numero indivisibile sarebbe un auspicio per la coppia di non separarsi mai e avere un’unione eternamente felice.

Romantico, vero?

Copyright @ Studio Longano 2020

LA GIARRETTIERA

La giarrettiera è uno dei portafortuna per antonomasia. Lo sposo solitamente dopo averla sfilata dalla gamba della sposa con i denti (eh sì…) la lancia agli ospiti single come buono auspicio per un prossimo matrimonio. Ma attenzione! La giarrettiera della sposa non deve essere acquistata da lei, ma regalata – in genere da una cara amica – e deve essere blu o avere qualche dettaglio di quel colore che simboleggia la purezza.

Non dimentichiamoci, infatti, che la sposa per tradizione deve indossare qualcosa di nuovo, qualcosa di vecchio, qualcosa di regalato, qualcosa di prestato e qualcosa di blu.

IL BOUQUET

Insieme al lancio della giarrettiera, il lancio del bouquet rappresenta una tradizione da rispettare, un vero e proprio rito scaramantico.

Partiamo dal fatto che il bouquet rappresenterebbe l’ultimo regalo che lo sposo fa alla promessa sposa, che infatti lo riceve la mattina stessa delle nozze.  Secondo le “norme anti-sfiga” il bouquet deve passare per 3 mani, cioè quelle dello sposo, della sposa e quelle di una single.

Ecco perché a fine cerimonia avviene il lancio del bouquet. La sposa di spalle lo lancia alle sue amiche nubili e la fortunata che lo prenderà sarà la prossima a sposarsi. Almeno, così dice la tradizione…

NON INDOSSARE LE PERLE

Le perle si sa, sono certamente un accessorio di grande eleganza e classe eppure in moltissime culture simboleggiano le lacrime e per questo andrebbero assolutamente evitate nel giorno del matrimonio. Se siete dunque delle spose scaramantiche, abbiate cura di non indossare gioielli di perle!

INDOSSARE IL VELO

Questa abitudine affonda le sue radici nell’antica Roma, quando si pensava che una sposa che indossasse il velo fosse protetta dagli spiriti maligni gelosi della sua felicità. Un accessorio irrinunciabile dunque!

E tu quale tradizione “anti sfiga” seguirai nel giorno del tuo matrimonio? Scrivici nei commenti, siamo curiosissimi!

Stai organizzando il tuo matrimonio? Abbiamo la guida per te.

Il Wedding Organizer è la guida gratuita al matrimonio perfetto.

Una checklist organizzata per mesi in cui segnare tutto quello da fare prima del lieto evento, così da non perdere di vista nessun dettaglio delle tue nozze!

In più tutti i nostri consigli su come fare le scelte giuste per il tuo matrimonio.

Scaricala subito!